Il needle -Artificiali spinning

Il mio needle 165 mm v2 – Articolo dedicato nella sezione Artificiali 3D

Cos’è il needle

Il Needle altro non è che un’evoluzione del WTD.

Questo infatti imita un’aguglia needlefish“, che nuota a pelo d’acqua.

Il needle per quanto l’animazione sia simile al wtd, differisce solo per il movimento a zig zag molto più accentuate. Si sa che, più un artificiale riesce a creare queste sbandate, più attraente è per i pesci.


Quando usare il Needle a topwater?

Esattamente come per il WTD, il NEEDLE è un “TopWater” quindi lavora in superfice.

In linea di massima, viene utilizzato quando:

  • Si ricercano predatori sulle schiumate di scaduta.
  • Ci sono EVIDENTI attività di pesci a galla.
  • Si ricercano predatori lungo fondali bassi, misti e spesso con scogli a vista, per evitare incagli.

Come animare un artificiale NEEDLE

Come già detto in precedenza segue le stesse regole del WTD, la differenza che le jerkate tendono ad essere più energiche ed il recupero più veloce.

I needle hanno lunghezze superiori ai classici WTD dove la lunghezza massima è di 140mm. Infatti possiamo trovare sul mercato needle più lunghi di 20cm, dove proprio la lunghezza facilita l’animazione in acqua, creando un movimento a zig zag molto più accentuato.

Il needle va jerkato e contemporaneamente recuperata ad un rateo idoneo per la compensazione delle sbandate che crea, e anche in base alle onde che si stanno generando in quell’istante.

Un semplice consiglio è quello di partire da un recupero a canna alta, abbassando gradualmente la vetta man mano che l’artificiale si avvicina, e di dare jerkate di punta non molto ampie, ma veloci.

Qui trovate il mio articolo con video, dove spiego l’animazione del needle

Costruire un needle: la geometria dell’artificiale

Capirne la geometria e la distribuzione della massa di un artificiale, ci aiterà molto nell’animazione di esso.

Ha una forma affusolata e lunga con simmetria omogenea lungo tutto il corpo. Tutto il peso e concentrato alla fine dell’artificiale. Gioca un ruolo molto importante anche la disposizione delle ancorette, infatti nel mio progetto 3Dsono disposte molto vicino, in modo da spostare il peso in coda.

Nel mio progetto si può notare che, l’aggancio del moschettone è stato creato nella parte inferiore del labbro. Questo perché ad ogni jerkata, la parte anteriore tende ad alzarsi per dare più sbilanciamento alla parte posteriore, oltre che a creare più vibrazioni quando ritorna a contatto con l’acqua.

needle spinning

Concentrando tutto il peso in coda, permette all’artificiale di destabilizzarsi. Infatti basta dare un piccolo colpo di cimino per attivare il nostro needle, il quale fa spostare la massa posteriore tendendo a spostarsi in avanti, dando un’altra jerkata, la stessa massa, tenderà a spostarsi nel verso opposto.

Animazione needle spinning

Ed ecco che continuando a dare colpi e ad avvolgere il nostro trecciato, si attiva il nostro needle.


La combo ideale per animarlo?

Questa domanda la rispondo velocemente, perché già affrontata nel mio articolo Come pescare il pesce serra a spinning.

Articoli e video sullo spinning al serra

Serra a topwater con needle
Articolo + video spinning serra a topwater
Esplosioni di serra a topwater
Articolo + video il topwater con needle
  • Canna con azione fast MH 20-60
  • Mulinello 4000 recupero veloce, per facilitare il movimento.


I miei LLS87needle 3D

Needle 165 mm topwater 3D
Articolo + video del mio LLS87needle 165 mm v1
Articolo + video del mio LLS8needle 130 mm
LLS87needle 165 mm v2
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.