Come pescare il pesce serra a spinning

Come pescare il pesce serra a spinning
Serra a topwater video completo

Come pescare il pesce serra a spinning, la preda più desiderata dagli spinner, che a seguito della tropicalizzazione del mediterraneo si è ormai stabilito sulle nostre coste. Prima di insidiarlo è necessario conoscerlo un po’ meglio!

Caratteristiche del pesce serra

Il pesce serra è tipico dei mari tropicali e subtropicali, negli ultimi anni è diventato molto comune sulle coste della nostra penisola, rendendolo una delle prede più ambite dai pescatori a spinning. Il pesce serra è dotato di un corpo fusiforme e slanciato, le pinne robuste e di modeste dimensioni gli conferiscono una grande quantità di forza durante i combattimenti.

ll pesce serra è particolarmente conosciuto per la sua aggressività e combattività. Questo predatore è molto vorace e si nutre principalmente di cefaliaguglieorate e branchi di sardine. Il pesce serra è dotato di forti mascelle, la sua dentatura è composta da una serie di denti a forma triangolare, affilati come rasoi. Durante un attacco è noto per tranciare le sue prede con dei morsi netti, facendole letteralmente a pezzi. Quando preso all’amo, esprime tutta la sua combattività con delle testate potenti, alternate a fughe veloci e salti funambolici.

Periodi per pescare il pesce serra a spinning

Non ci sono mesi particolarmente indicati per la cattura del pesce serra in quanto ormai, le stagioni non corrispondono più ai mesi dell’anno. Tuttavia è un predatore presente tutto l’anno a cui piacciono le acque calde, quindi è preferibile insidiarlo maggiormente dalla primavera all’autunno, sebbene in molte regioni italiane i branchi di pesce serra risultano abbondanti anche in pieno inverno, specialmente nelle aree portuali. Secondo la mia esperienza personale le condizioni che offrono maggiori probabilità di cattura per pescare il pesce serra a spinning sono: i cambi di stagione, durante gli orari di alba o tramonto, delle escursioni di maree sostenute e una mareggiata in fase di scaduta. Durante i periodi estivi, con mare calmo e un’alta pressione stazionaria, può rivelarsi efficace provare la pesca al serra durante i repentini cambi di pressione, solitamente da alta a bassa.

Spot

Il pesce serra come buona parte dei predatori insidiabili a spinning da riva, va alla ricerca delle sue prede in spot come: fociscogliere o porti. In molte occasioni può essere efficace insidiarlo nei punti in cui si crea maggior corrente, solitamente sono le punte esterne dei porti o delle scogliere.

Attrezzatura ed esche per pescare il pesce serra

L’attrezzatura ideale per pescare il pesce serra a spinning è medio-pesante. La lunghezza della canna da pesca è da scegliere in base alla tipologia degli spot frequentati.

Canna da pesca

Utilizzo e preferisco canne con un’azione di lancio dai 20–60g o 10-40g, così da restare in pesca anche in forti correnti, ma anche per poter utilizzare una varietà di esche più ampia, ad azione fast.

Puoi leggere il mio articolo sull’azione della canna da pesca…

Azioni di una canna da pesca –>

La lunghezza della canna, varia in base alle nostre esigenze e alle condizioni meteo che troviamo sullo spot. L’ideale sarebbe una canna da 2.10Mt, per avere un ottima gestione degli artificiali, ma questa lunghezza non soddisfa molto la distanza di lancio “Ciò che serve per la pesca al serra”.

Personalmente utilizzo lunghezze 2.70mt “per riuscire a lanciare più lontano possibile in condizioni metereologiche con vento”, altrimenti una 2.40m va più che bene, sia per la gestione che per la distanza di lancio.

Avendo a disposizione una Shimano STC posso scegliere se montarla 2.40Mt o 2.70Mt, rispetto alle condizione meteo che trovo.

Mulinello

Per pescare il pesce serra a spinning vanno bene mulinelli taglia 3000–4000 “Consiglio un 4000”. Data l’azione di pesca abbastanza dinamica e svolta con esche di superfice o solitamente nel primo strato d’acqua, e consigliato un rapporto di recupero veloce, in modo da far animare di più il nostro artificiale.

Trecciato

Molto spesso, l’utilizzo del trecciato per questo predatore è sovradimensionato alle reali esigenze. Ritengo che il trecciato va rapportato al mulinello utilizzato; uno 0,14 o al massimo uno 0,18. Io personalmente utilizzo dello 0.16 daiwa j-braid grand, che non mi hanno mai dato problemi nella cattura del pesce serra. Per presentare l’esca nel migliore dei modi è opportuno utilizzare del fluorocarbon come terminale dallo 0.30 allo 0.40.

Artificiali con cui insidiarlo

Le esche sono tra i punti più importanti su come pescare il pesce serra a spinning. Poiché negli ultimi tempi sembra essere diventato sempre più diffidente ed intelligente. Quando il pesce serra è in frenesia alimentare attacca tutto ciò che gli capita a tiro. Mentre nelle situazioni di apatia dobbiamo insidiarlo studiando ogni aspetto dello spot di pesca, cercando l’artificiale giusto.

Gli aritificiali con cui si può pescare questo predatore sono i seguenti: 

  • WTD
  • Popper
  • Minnows
  • Long jerk
  • Metal jig 
  • Needle “Colui che riescono spesso a svoltare la battuta di pesca, tra l’alto il mio preferito.”

Qui torvi l’articolo con il mio progetto 3D, e tutta la lavorazione per costruirlo.

Needle stampato in 3D per il pesce serra e non solo… in arrivo a breve

Che colorazione usare per lo spinning al pesce serra

E’ raccomandabile utilizzare esche dalle colorazioni acide o chiare quando si pesca nei cambi di luce, come alba e tramonto.

Nelle ore centrali della giornata in cui il sole è alto, utilizzare colorazioni delle esche naturali.

Needle stampato in 3D

Come scegliere l’artificiale giusto per la pesca al pesce serra

Il tipo di esca scelto varia in base allo spot, le condizioni del mare e la presenza di pesce foraggio. Se il pesce serra è in caccia su pesci di taglia molto piccola è opportuno utilizzare esche della stessa dimensione.

Quando ci troviamo in piena estate, consiglio di utilizzare esche di superfice, come WTD e NEEDLE, ma anche i long jark floating vanno bene. A parere personale i needle sono i più consigliati, si lanciano molto lontano e grazie al loro movimento, scatenano l’attacco del serra.

In presenza di spot con profondità importanti, si possono utilizzare esche come i metal jig o esche siliconiche montate su testa piombata. Le esche siliconiche devono replicare in maniera molto fedele il pesce foraggio presente nel sotto costa, e consiglio vivamente di montare un assit in coda.

Conclusioni

Pescare il pesce serra a spinning richiede una grande costanza per ottenere delle belle catture che regalano forti emozioni agli spinner. Quando insidiamo questo predatore, sondiamo sempre i vari strati d’acqua con le diverse tipologie di esche e alterniamo i recuperi in tutte le variabili possibili.

La mia configurazione per lo spinning al serra

  • Canna: ABU GARCIA TORMENTOR SPINNING ROD 2,74 MT 20-60 GR
  • Canna: Shimano STC 240-270 MT 15-40 GR
  • Mulinello: DAIWA 23 FUEGO LT 4000C XH
  • Trecciato: DAIWA J-BRAID X8 GRAND 135 MT 0,16 MM
  • Fluorocarbon: DAIWA J-TRHEAD FLUORCARBON LEADER 14 LB 0.326MM
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Verified by MonsterInsights